L'articolo è stato aggiunto al carrello

A-Z

add to cart success
Questo prodotto ha varianti e può essere aggiunto al carrello solo visualizzando la pagina dei dettagli del prodotto.
add to cart success
Invia preventivo di richiesta
 * Indica un campo obbligatorio.
Nome:
 *
Nome della ditta:
Telefono:
Email:
 *
Messaggio:
Richiedi preventivo
 
Il sentiero
Il sentiero
Di: Bogdan Wojdowski
Di: Bogdan Wojdowski

ISBN: 9788869400094

E quando le chiesero in che modo fosse riuscita a scavalcare quel muro alto tre metri, la ragazza ribadì di non averne idea. Le bruciava la pelle della faccia, le bruciavano gli occhi. Tre volte aveva visto infiammarsi il suo corpo, tre volte era stata avvolta dal fumo.

"...Qui leggo le pagine più nuove e intense. La fine della caccia all'uomo non è festa, neanche sollievo. È disarmo interiore che sgomenta: Alka è di fronte alla sua vita nuda, senza un affetto e un luogo da recuperare. Cerca una traccia del ragazzo slegato da lei in quell'anticamera della fine, col quale ha diviso giorni di vita rubata agli assassini. Il dopoguerra è cibo che non sfama..." (dalla prefazione di Erri De Luca)

 

Prezzo normale € 13,50

Solo qui a € 12,83
Quantità:  Aggiungi al carrello

Peso: 0.5
Anno pubblicazione: 2015
Genere: narrativa straniera
Collana: stile contemporaneo - 2
Pagine: 180
Formato: 13 x 19
 

Dove andava, lo sapeva. Ma da dove veniva, se lo doveva ancora inventare. Doveva inventare tutta la sua vita, per di più in modo che tutti ci credessero. Quello che era dall'altra parte non si vedeva per via del muro alto. E quel muro nascondeva tutto un mondo. In guardiola chiesero ad Alka come avesse fatto a passare. Una ragazza come lei non era mica un filo d'erba, non l'aveva certo portata il vento. La ragazza disse di non averne idea. E loro, chini sopra il tavolo, molto vicini, l'ascoltavano. Aveva i capelli bruciacchiati. Le sopracciglia e le ciglia arse fino alla pelle viva. Non le era successo nulla di grave. Come mai tutta quella preoccupazione? Izio, mentre si buttava di sotto, s'era impigliato con la cintura alla ringhiera del balcone. Lei in quel momento era nella stanza accanto, e, quando il proiettile aveva centrato e frantumato lo specchio, era scappata in cucina. E lui era rimasto sospeso penzoloni nell'aria, in mezzo agli sbuffi di fumo, e agitava le braccia. Gli avevano sparato dalla strada e non aveva fatto in tempo a slacciare la cintura e cadere."

Aggiungi recensione

Non è stata ancora inserita nessuna recensione